Pizza napoletana

Ricette 360
Loading


La pizza napoletana può senza dubbio  essere considerata il simbolo della cucina partenopea, ed in alcuni casi di quella italiana in generale; le origini di questa ricetta risalgono all’800, quando la pizza napoletana fu creata per rendere omaggio la regina Margherita; la ricetta ebbe un enorme successo, ed è apprezatissima e copiatissima in tutto il mondo. La pizza napoletana viene preparata con ingredienti semplici che fanno parte della cucina povera popolare: pomodoro fresco, basilico e mozzarella, su una base di pasta fatta con farina e lievito; è per questo motivo che può essere preparata in ogni momento dell’anno e in ogni occasione, anche se nella vesione originale la pizza andrebbe cotta in un particolare forno a legna è possibile prepararla con un discereto risultato anche in un comune forno domestico.

Ricetta tradizionale (slow)



Difficoltà di realizzazione:

La pizza napoletana è una ricetta caratterizzata da una media difficoltà di realizzazione.

Tempo di preparazione:

Per preparare la pizza napoletana abbiamo bisogno di circa 2 ore e una ventina di minuti per la preparazione degli ingredienti, e di 20 minuti per la cottura.

Costo della ricetta:

Il costo della preparazione della pizza napoletana tradizionale è contenuto.

Gli ingredienti di cui abbiamo bisogno (per 6 persone):

Per preparare la pasta:
  • 500 g di farina
  • ½ bicchiere di olio extravergine d’oliva
  • Un pizzico di sale
  • 24 g di lievito di birra, da acquistare in salumeria.
  • Acqua tiepida q.b.
Per condire la pizza:
  • 5 o 6 pomodori pelati, che troviamo al supermercato.
  • 200 g di mozzarella, da acquistare al caseificio o in salumeria.
  • Un filo d’olio d’oliva.
Gli utensili di cui abbiamo bisogno:
  • Un matterello
  • Un’impastatrice
  • Un panno pulito
  • Una teglia
  • Un vassoio da portata
  • Un coltello
  • Un recipiente
  • Una forchetta
  • Un piatto.
Come si prepara la pizza napoletana classica:

Per preparare la pasta:
  1. La fase più importante nella realizzazione della ricetta della pizza napoletana classica è senz’altro la preparazione della pasta; possiamo cominciare sistemando su di una superficie spiana la farina, disponendola nella classica forma a “fontana”.
  2. Poi al centro della fontana di farina versiamo l’olio.
  3. A questo punto con dell’acqua tiepida sciogliamo leggermente il lievito, tenendolo in mano, quando il lievito sarà molto morbido, possiamo inserirlo al centro della fontana di farina.
  4. Aggiungiamo al tutto anche  un pizzico di sale.
  5. A questo punto  passiamo un po’ di farina sulle mani e cominciamo  ad impastare  il tutto amalgamando bene gli ingredienti tra loro, bisogna ottenere un impasto liscio, morbido ed elastico.Se la pasta dovesse iniziare a rimanere attaccata alle mani sarà necessario infarinarle di nuovo.
  6. Una volta ottenuto l’impasto desiderato, facciamone una palla.
  7. Ricopriamo la palla di pasta per le pizze con un panno pulito, e lasciamola a riposare in un luogo fresco per circa 2 ore al coperto.
Per condire la pizza:
  1. Dopo circa 2 ore la pasta per le pizze sarà cresciuta a sufficienza, e sarà dunque pronta per essere condita; stendiamo la palla di pasta su di una superficie piana aiutandoci col matterello; per non far attaccare la pasta alla superficie  anche in questo caso si dovrà spargere un po’ di farina sul piano.
  2. Una volta ottenuto la base della pizza, oliamo bene una teglia rettangolare, o circolare, che ospiterà la pizza in forno per la cottura.
  3. Non appena avremo oliato per bene la teglia, adagiamo la base di pasta che abbiamo steso in precedenza nella teglia, facendo aderire bene la pasta ai bordi, e avendo cura di non lasciare buchi.
  4. Apriamo una scatola di pomodori pelati e sgoccioliamo bene tutta l’acqua in eccesso.
  5. Sistemiamo i pelati che abbiamo sgocciolato in un piatto.
  6. A questo punto, con coltello e forchetta, tagliamo i pelati sgocciolati in tanti cubetti.
  7. Quando avremo finito di tagliare a pezzetti i pelati, disponiamoli sulla superficie di pasta che abbiamo adagiato nella teglia in modo uniforme coprendo tutta la superfice.
  8. A questo punto inforniamo la teglia a 250° per circa 20 minuti.
  9. Mentre la pizza inizia a cuocere In un piatto tagliamo la mozzarella a dadini o striscioline, come preferiamo, facendo sempre gocciolare via il latte in eccesso.
  10. Quando saranno passati i 20 minuti di cottura possiamo spargere sullo strato di pomodoro i pezzetti di mozzarella, sempre cdercando di coprire in modo più o meno uniforme tutta la pizza.
  11. Versiamo sulla mozzarella un filo d’olio d’oliva.
  12. A questo punto inforniamo di nuovo la pizza e lasciamola a cuocere per un altro paio di minuti, il tempo di far sciogliere la mozzarella per renderla filante.
  13. Dopo pochi minuti la pizza napoletana, gustosa e fumante, è finalmente pronta, quindi non resta che toglierla dal forno e sistemarla in un piatto da portata.

Ricetta rapida e veloci (fast)



Difficoltà di realizzazione:

Preparare la pizza napoletana nella versione veloce è abbastanza facile.

Tempi di preparazione:

Per preparare la pizza napoletana facile e veloce abbiamo bisogno di circa 35 minuti.

Costo della ricetta:

La pizza napoletana è un piatto economico da preparare.

Gli ingredienti veloci e facilmente reperibili (per 6 persone):

Per la pasta:
  • ½ kg di pasta per le pizze surgelata, possiamo trovarla nel reparto frigorifero di ogni supermercato; in alternativa possiamo acquistare pasta per le pizze già pronta direttamente in pizzerie che la vendono.

Per condire la pizza:

  • 200 g di mozzarella già a cubetti; è un prodotto che troviamo in pratiche confezioni al supermercato.
  • Un cucchiaio d’olio d’oliva.
  • 2 scatole di pomodori a cubetti, che troviamo al supermercato.

Gli utensili di cui abbiamo bisogno:

  • Un matterello per stendere la pasta, o in alternativa una bottiglia di legno.
  • Una teglia.
  • Un piatto da portata.

Come si prepara la pizza napoletana facile e veloce:

Per preparare la pasta:

  1. Preparare la pasta per le pizze nella ricetta facile e veloce della pizza napoletana, è estremamente  semplice e pratica; infatti, se abbiamo optato per la pasta surgelata, non dobbiamo far altro che scongelarla col microonde, invece se abbiamo acquistato la pasta in pizzeria sarà sufficiente aprirla.
  2. Una volta scongelata la pasta, passiamo un po’ di farina tra le mani, ed impastiamo la pasta per qualche minuto con le mani per renderla  più morbida ed elastica.

Per condire la pasta:

  1. Una volta che la pasta per le pizze è pronta, possiamo sistemare un sottile velo di farina sul tavolo per evitare che la pasta si attacchi.
  2. Dopo aver sparso la farina, sistemiamo la pasta per le pizze sul tavolo e provvediamo a stenderla per bene aiutandoci con un matterello
  3. Ungiamo bene il fondo della teglia con la quale inforneremo la pizza, bagnandoci le dita con olio d’oliva.
  4. Dopo aver unto la teglia sistemiamoci dentro la pasta che abbiamo steso.
  5. A questo punto possiamo ricoprire la pasta con la salsa di pomodori già a a cubetti, distribuendola bene su tutta la pizza.
  6. Inforniamo la pizza per una ventina di minuti, ad una temperatura di circa 250°.
  7. Dopo circa 20 minuti togliamo la teglia dal forno e stendiamo sulla superficie della pizza i dadini già pronti di mozzarella.
  8. Infine aggiungiamo un filo d’olio sulla superficie della pizza.
  9. Possiamo adesso infornare di nuovo: la pizza sarà pronta quando la mozzarella a pezzetti si sarà sciolta.
  10. Quando la mozzarella sarà sciolta spegniamo il forno ed estraiamo la pizza, sistemiamola in un piatto da portata, guarniamo e serviamo.

Presentazione estetica dei piatti

  • Dal punto di vista della guarnizione estetica della pizza napoletana, si tratta di un piatto tanto gustoso quanto semplice, fatto di ingredienti poveri e genuini; tipicamente, secondo tradizione, la guarnizione della pizza napoletana è veramente semplicissima: sulla pizza fumante appena sfornata si sistema un abbondante ciuffetto di basilico fresco, che oltre a donare un tocco di colore piacevole esteticamente, esalta anche sia il profumo sia il sapore del piatto.
  • E’ possibile servire la pizza disponendola intera su di un vassoio, oppure già tagliata a fettine quadrate o triangolari in base alla forma del ruoto che si è utilizzato.

Quale vino abbinare

Per quanto riguarda la scelta del vino da abbinare a questo piatto tipico della cucina partenopea,va detto che secondo le consetudini la pizza andrebbe gustata con una birra, meglio se bionda. Ad ogni modo se  proprio  si preferisce un vino è importante scegliere un vino che si adatti all’acidità tipica del pomodoro ed allo stesso tempo alla dolcezza propria della mozzarella; per questo motivo si consiglia un vino rosso dal forte sapore fruttato, che esalti il peculiare sapore della pizza napoletana.

  • E’ raccomandato un Barbera d’Alba DOC, un vino dal color rosso rubino intenso, il profumo è forte e richiama alla frutta matura, il sapore è corposo, armonico ed equilibrato; il vino va servito ad una temperatura di 14/16 gradi, e presenta una gradazione alcolica di circa 12°.


Alcune varianti

  • Pizza napoletana marinara: La pizza marinara rappresenta l’altra ricetta tradizionale della pizza napoletana; quella con pomodoro e mozzarella che abbiamo descritto in precedenza è la versione più famosa, ma esiste anche un altro tipo celebre di pizza napoletana, la marinara appunto, che prevede come ingredienti aggiuntivi aglio e origano, senza la mozzarella; qualcuno aggiunge le alici sotto sale.
  • In realtà le possibili varianti della pizza napoletana sono davvero numerose; èpossibile, infatti, arricchire la pietanza degli ingredienti che si preferiscono, come prosciutto cotto, funghi, carciofini e verdure varie.

La pizza alla napoletana dal punto di vista della nutrizione



La pizza napoletana costituisce una pietanza ricca e nutriente, che può essere gustata come piatto unico a pranzo o a cena; l’apporto calorico di questo piatto non è molto basso, ma gli ingredienti che vengono adoperati per la sua realizzazione sono semplici, genuini e digeribili.  La pasta delle pizze è inoltre ricca di carboidrati complessi, proteine, Sali minerali e fibre; l’olio extravergine d’oliva ha importanti proprietà antiossidanti, e aiuta a contrastare l’azione dei radicali liberi; anche il pomodoro ha forti proprietà antiossidanti e anche antitumorali.

Calorie della pizza napoletana:

  • Una porzione da 100 g circa di pizza napoletana apporta più o meno 270 calorie.
Valori nutrizionali:
  • Dal punto di vista dei valori nutritivi, 100 g di pizza napoletana contengono circa 53 g di carboidrati, 6 g di proteine e 6 g di grassi.

Consigli per una ricetta più leggera e light:

  • La pizza napoletana tradizionale non è un piatto eccessivamente calorico, ma resta comunque una pietanza ricca e nutriente; è possibile, apportando qualche cambiamento dal punto di vista degli ingredienti, rendere la pizza napoletana più leggera e più digeribile.
  • Il primo consiglio è di dimezzare, se non di eliminare, l’olio da aggiungere verso la fine, quando uniamo alla pizza anche la mozzarella; infatti, basta un semplice cucchiaio d’olio a far oscillare l’apporto calorico totale anche di 15° calorie! Possiamo adoperare fior di latte invece della mozzarella, che è più grassa, ed adoperare lievito naturale invece del lievito di birra, che è più difficile da digerire.

Consigli dello chef:

  • Si consiglia di strizzare bene la mozzarella o il fior di latte da utilizzare per la pizza, avendo cura di eliminare bene tutta l’acqua superflua; si consiglia di acquistarli il giorno prima della preparazione della pizza, altrimenti il rischio è di ottenere una pizza “acquosa”.  E’ possibile anche aggiungere sul pomodoro, prima di infornare per la seconda volta, una manciata abbondante di parmigiano.


Cosa ne pensi di questa ricetta ?



Scrivi una Ricetta

Opinioni e consigli:


Principali Argomenti della Categoria "pizze"

Pizze  
Elenco Completo ...

Ricetta Classica Ricetta Veloce Presentazione Vino Varianti Valori Nutrizionali Opinioni